#Riflessioni – Giustizia o Misericordia?

images (6)

Grazie a Papa Francesco, che ha indetto il Giubileo Straordinario, sentiamo parlare, assai frequentemente, di Misericordia. Che bella cosa che è la Misericordia: è uno sguardo verso l’altro; è il modo più profondo per amare, per andare fino in fondo nelle situazioni. Misericordia è “Miseri Cor Dare” ossia “Dare il cuore ai poveri” dove “poveri” non è da intendersi come gente senza soldi: povero è colui che ha un cuore triste, colui che si sente solo, colui che ha perso ogni speranza ed anche la gioia di tare al mondo. Povero sei tu che leggi, ed io che scrivo. Siamo tutti, in un modo o nell’altro, poveri  e, proprio in virtù di questo, abbiamo tutti bisogno di dare e ricevere MISERICORDIA. Già, dare e ricevere. Entrambi: poiché la misericordia non è un “tesoro geloso” (come direbbe S. Paolo) da tenere per se ma un tesoro prezioso da donare.

Tutto questo è molto bello, molto poetico e, forse, molto irreale. La Misericordia, a pensarci bene, non rientra nell’ottica umana poiché per noi è difficile agire senza pensare prima agli altri e poi a noi. L’uomo, più che nell’ottica della Misericordia, vive nell’ottica della legge, della giustizia. Non è una prerogativa del giorno d’oggi: le prime società hanno, per prima cosa, legiferato, dato delle leggi al popolo, cercato di costruire un utopico ideale di giustizia entro il quale si era “santi” o “eroi” ed al di fuori del quale si era “peccatori” o “malviventi“. Ma la legge la decide chi la scrive e, chi la scrive, bada solo a ciò che è giusto per sé. La giustizia di questo mondo è, secondo me, imperfetta poiché è imperfetto chi la decide e chi la mette in pratica ( “chi guarderà i guardiani?”  diceva Platone).

Per meglio comprendere questo possiamo guardare semplicemente come la giustizia viene rappresentata iconograficamente:

giustizionalismo

Una donna bendata che sorregge una bilancia, una spada ed un libro.           La spada simboleggia la giustizia fatta dagli uomini e rappresenta in generale il giusto governo che distrugge tutto ciò che non ha equilibrio, mentre la bilancia si riferisce alla giustizia naturale. È bendata e questo significa che nessuno deve e può influenzare il suo verdetto. Ma il suo essere bendato, se da una parte garantisce l’equità, non tiene conto di nulla, nel bene e nel male. Faccio un esempio:

Gesù si avviò allora verso il monte degli Ulivi. Ma all’alba si recò di nuovo nel tempio e tutto il popolo andava da lui ed egli, sedutosi, li ammaestrava. Allora gli scribi e i farisei gli conducono una donna sorpresa in adulterio e, postala nel mezzo, gli dicono: «Maestro, questa donna è stata sorpresa in flagrante adulterio. Ora Mosè, nella Legge, ci ha comandato di lapidare donne come questa. Tu che ne dici?». Questo dicevano per metterlo alla prova e per avere di che accusarlo. Ma Gesù, chinatosi, si mise a scrivere col dito per terra. E siccome insistevano nell’interrogarlo, alzò il capo e disse loro: «Chi di voi è senza peccato, scagli per primo la pietra contro di lei». E chinatosi di nuovo, scriveva per terra. Ma quelli, udito ciò, se ne andarono uno per uno, cominciando dai più anziani fino agli ultimi.

Rimase solo Gesù con la donna là in mezzo. Alzatosi allora Gesù le disse: «Donna, dove sono? Nessuno ti ha condannata?». Ed essa rispose: «Nessuno, Signore». E Gesù le disse: «Neanch’io ti condanno; và e d’ora in poi non peccare più».

(Vangelo secondo Giovanni, capitolo 8 vv 1- 10)

La legge ordina di condannare, di uccidere. Ma davanti ai loro occhi non c’è un comma o un decreto:c’è una donna, una persona. Può essere giusta una legge che ordina la morte? La vita è sacra e nemmeno la legge può distruggerla. Come si fa allora a “far giustizia”?

Gesù si fa portavoce della vera giustizia, quella che non lede i diritti essenziali dell’uomo ma garantisce ad ognuno ciò che è giusto.

Nessun uomo potrà essere giustificato sulla base della legge, sulla perfetta ubbidienza, poiché è umanamente impossibile. Non ci sarebbe stato bisogno della morte del Cristo se fosse bastata la legge a produrre la perfetta giustizia. Il peccato è la ricerca di una propria giustizia e giustificazione, non della giustizia di Dio.

La giustizia di Dio è la Misericordia.

buon Pastore rupnik

 

Se la Giustizia è bendata, la Misericordia è rappresentata da uno sguardo, uno sguardo che va incontro all’uomo, alle sue debolezze, ai suoi difetti.

Dio non è giusto perché da ad ognuno ciò che si merita ma è giusto perché guarda ognuno negli occhi, perché tiene conto della persona e non di un’idea astratta decisa a priori da qualcuno.

 

 

Se Dio usasse la giustizia dell’uomo, il 99% della popolazione sarebbe morta, io per primo. Ma la Misericordia vive di speranza.

La Giustizia segue una sua logica, la Misericordia va oltre ogni logica, va oltre tutto, poiché va dritta all’essenza delle cose. Cercare di capire la Misericordia è impossibile poiché, cercando di capirla, si rischierebbe di attribuirle notazioni “umane“.

E’ impossibile cercare di comprendere la Misericordia: Vero. E’ impossibile essere Misericordiosi: Falso o meglio, è falso se si abbandona un certo tipo di logica legata all’utile e si abbraccia la gratuità.

Oggi non sappiamo cosa sia la gratuità! Guardate bene la vita di ogni giorno. Una volta, al bar, mi è capitato di assistere ad un “litigio” fra due amici su chi dovesse offrire il caffè. Nessuno dei due voleva che ad offrire fosse l’altro. Nei casi in cui una delle due  parti cede parte la fatidica  frase: “la  prossima volta tocca a me, eh!“. Ma questo rientra sempre nell’ottica della “Giustizia”, perché è ingiusto che uno non paghi e l’altro si. Ma questo accade perché ragioniamo “da uomini”.

La Misericordia, invece, è il linguaggio di Dio e l’uomo può metterla in pratica solo se impara ad agire in quest’ottica.

Questo Giubileo è un’occasione per provarci:  non cercare di essere giusti ma misericordiosi, guardare chi si ha davanti, dare il proprio cuore a chi abbiamo davanti…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...