# Riflessioni – Apollineo e Dionisiaco

imagesLa storia della filosofia è dominata da immagini, più o meno forti, rimaste per sempre nell’immaginario collettivo. Per citare degli esempi: Achille e la tartaruga di Zenone, la caverna di Platone, il pendolo di Schopenhauer o il “Sol dell’Avvenire” della filosofia comunista del novecento. Tuttavia, in questo florilegio di immagini, ce n’è una che mi colpisce particolarmente: mi riferisco al dualismo Apollineo-Dionisiaco proposto da Nietzsche nel volume “La nascita della tragedia dallo spirito della musica“. Diciamoci la verità: Nietzsche non inventa nulla di nuovo.Egli, infatti, eredita il dualismo di Eraclito facendo però derivare ogni coppia di opposti ( caos-calma, luce-oscurità, inquieto-sereno ecc..) da un’ unica coppia: Apollineo e Dionisiaco. Con tali categorie, il filosofo tedesco desiderava delineare gli impulsi che erano alla base dello spirito e dell’arte dei greci. Tali “modi d’essere” prendono forma attraverso la figura di due divinità del mondo greco: Apollo e Dioniso.

924382-apollo

 

Apollo è, nella mitologia greca, il dio del sole e della poesia, simbolo dell’equilibrio e della calma

 

bacco

 

Dioniso, invece, è il dio del vino e della vendemmia, simbolo della frenesia e dello slancio vitale.

 

Nietzsche priva queste divinità del loro originario senso “divino” e li rende simboli atti a rappresentare due grandi stati d’animo dell’uomo: lo spirito Apollineo è quel tentativo di spiegare la realtà attraverso costruzioni mentali ordinate, negando il caos che è proprio della realtà e non considerando il naturale dinamismo della vita. Lo spirito apollineo è la componente razionale e razionalizzante dell’individuo.

Dall’altra parte si trova il Dionisiaco, ossia l’impulso alla vita presente nell’uomo.

Non voglio farvi una lezione di filosofia. Vi ho parlato di questo solo per permettervi di capire ciò che ho intenzione di dire: Quando si parla di opposti si tende, di solito, a schierarsi da una parte  dall’altra, reputando un polo “giusto” e l’altro “sbagliato”. La mia domanda è: possiamo scegliere anche nel caso di Apollineo e Dionisiaco?

Io credo di no. Pensare di incasellare la vita è una cosa, a parer mio, abominevole. Io sono un essere umano, ciò che di più movimentato ed instabile esista. Non posso incasellare la mia esistenza in modo certo.

La vita, come già dicevano Socrate e Platone, è ricerca: ricerca di sè. Il senso della vita non è incasellarsi in una categoria piuttosto che in un’altra quanto, piuttosto, riuscire a godere della vita per ciò che è, ricercandone il senso più profondo.

A differenza di Nietzsche, che vedeva nell’Apollineo una delle più grandi sciagure del genere umano, io ritengo che anche in esso ci sia del bene, del buono. L’Apollineo è necessario per ritrovare la serenità, per innescare il processo di ricerca interiore di sè, per fare un pò di silenzio nella vita.

Ma la vita non può essere solo riflessione, pensiero e tranquillità: è necessario che, a volte, il Dionisiaco prenda il sopravvento.

Dunque: dov’è la verità?

…Nel mezzo direbbero i latini

…Nella ricerca direbbe Socrate

 

La nostra esistenza passa costantemente attraverso questi due stati ed è una grazia che ciò accada! Immaginate un individuo solo Apollineo: che noia! Allo stesso tempo immaginatene uno solo Dionisiaco: troppo superficiale, troppo frenetico!

L’uomo dovrebbe essere in grado di riuscire a godere di entrambi i momenti poiché entrambi fanno si che l’uomo possa definirsi tale.

Non abbiate paura di attraversare diversi stati, diversi momenti: tutto concorre al fine ultimo della vita, la felicità. L’unica cosa da fare è cercare di non bloccarsi in un determinato stato:

La saggezza non sta nella stasi né nel cambiamento, ma nella loro dialettica. (Octavio Paz)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...