# Riflessioni – Alea iacta est

64-cesare-passa-il-rubicone-2

Oggi è il 10 Gennaio, anniversario di un evento assai importante nella storia del genere umano: molti secoli fa, nel 49 a.C., il generale Giulio Cesare attraversava, armato fino ai denti, il fiume Rubicone dando inizio alla guerra civile. Tradizione vuole che, attraversando il fiume, Cesare abbia pronunciato una frase destinata a divenire famosa e molto significativa: Alea iacta est, il dado è tratto!

Ma siamo sicuri che sia proprio così? Con un’attenta analisi, infatti, ci possiamo accorgere che tale traduzione è frutto di un errore di traduzione e non lascia intendere appieno il significato della frase. La frase, correttamente tradotta, sembrerebbe dire “il dado è stato lanciato“, ovvero “la decisione è stata presa“.

Comunque, traduzioni  a parte, il senso è uno: ormai le cose non cambiano!

prt_280x188_1355056510

Ogni tanto dovremmo anche noi essere in grado di poter pronunciare tale frase: “il dado è stato lanciato, ormai non si torna indietro!”. Il fatto è che noi abbiamo paura delle nostre stesse decisioni e cambiamo costantemente idea, magari facendoci guidare dagli altri e dalla loro volontà.

Nella vita di ognuno c’è un “Rubicone”, un punto di scissione fra “prima” e “dopo”, un momento in cui, passando, andremo in contro ad una rottura, un cambiamento… che sebbene spaventi è necessario!

Il movimento è tutto nella vita, la stasi è nociva! Occorre prendere decisioni, non si può rimanere troppo a lungo ancorati a sè stessi!

Essere re della propria vita significa anche questo: avere il coraggio di decisioni concrete ed importanti!

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...