#LeMieParole – Amore

Forse sarò scontato ma, una delle parole della mia vita è AMORE.
La mia vita è, in un certo senso, sempre stata una ricerca d’amore. Questo non significa che non ci sia nessuno che mi ami… eppure, fin da piccolo, percepisco un vuoto nel mio cuore, come se mancasse una parte di me. Pensare a ciò mi fa venire in mente il mito dell’androgino raccontato da Platone o alla vicenda della creazione  di Eva a partire dalla costola di Adamo. In fondo, ognuno di noi è incompleto. Dopo 20 anni posso affermare che l’amore è questo: completamento di sè.

La vita va avanti grazie agli opposti, e questo già lo diceva  Eraclito. Non esiste nulla senza opposto: non c’è luce senza ombra, vita senza morte… non c’è uomo senza donna. Io non sarò mai completamente uomo finchè non troverò una donna che completi il mio essere.

Ciò, però, non esclude che io abbia sperimentato altri tipi di amore.
I greci distinguevano il sentimento amoroso in diverse tipologie: Eros, l’amore fisico e carnale, Philos, l’amore fraterno, Agape, l’amore perfetto e disinteressato.

Philos è quel legame che ti lega ad altre persone, persone che condividono con te qualcosa, che ti completano, in un certo senso… Philos è l’amicizia profonda, quella più difficile da raggiungere. Philos ci lega indissolubilmente a qualcuno, sia esso un compagno di vita o semplicemente un buon amico o la persona da cui si è imparato a fidarsi. Per qualcuno al di fuori del rapporto di philos, potrebbe assomigliare un po’ all’eros, quando un uomo e una donna hanno un rapporto così stretto, ma fino a quando l’ amicizia è solo conoscenza e non si superano i propri confini, il philos può continuare a legare platonicamente come veri fratello e sorella per molto più a lungo di quanto gli altri si possano aspettare. Ho sperimentato Philos poche volte nella vita; alcune volte, invece, Philos è degenerato in altro, producendo molti danni, danni irrimediabili… tuttavia, per quanto portatrice di sofferenze, questa è una condizione necessaria:

“Ah!” disse la volpe, “… piangerò”.
“La colpa è tua”, disse il piccolo principe, “io, non ti volevo far del male, ma tu hai voluto che ti addomesticassi…”
“E’ vero”, disse la volpe.
“Ma piangerai!” disse il piccolo principe.
“E’ certo”, disse la volpe.
“Ma allora che ci guadagni?”

Capita di soffrire quando ci si lascia addomesticare….

Poi ho sperimentato agape, anzi… lo sperimento ogni giorno, negli ultimi mesi molto di più rispetto al passato: l’ Agape è l’unico amore veramente perfetto e incondizionato, non può essere realizzato da persone l’ uno per l’ altra, siccome le persone sempre pongono dei limiti sull’ amore in qualche modo. La perfezione trovata in Dio nella creazione, resta quindi in ogni quadro, come l’esempio a cui l’umanità dovrebbe aspirare. Cercando di raggiungere un tale rapporto con un altro dà alla persona un livello molto più forte di eros e philos degli altri esseri umani. L’Agape è un Amore senza limiti, che sconvolge le viscere…

Queste tre forme di amore coesistono e l’uomo è incompleto e sofferente se non gode di tutte e tre. Ritengo che la ricerca dell’Amore sia il fondamento di ogni vita e la vita non è vita senza ricerca.

Mi auguro, dunque, di poter proseguire questa ricerca, mettendo da parte l’insoddisfazione di non aver trovato, finora, l’appagamento di questa  mia sete d’amore Eros.

tumblr_msykh10ydR1sh3zk5o2_500

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...