#EstateOmerica

odisseo-570x300

Ci sono dei libri che, ogni tanto, andrebbero (ri)letti. E’ questo il caso dell’Odissea di Omero. Ogni volta sembra un libro diverso, ogni volta riesce a leggere la mia anima. Questo accade solo con i capolavori, con i veri capolavori.

In realtà, più che un libro, è un vero e proprio mare, un universo dentro l’universo e questo non è un caso: prima di essere un libro, L’Odissea è stata un racconto orale che, di bocca in bocca, mutava forma, assumeva la forma di chi lo raccontava. Leggendo quei versi si sente il profumo del mare,  il sapore del vino; si riesce a percepire il colore degli sguardi e delle emozioni.

L’Odissea è un capolavoro perchè è un libro vero e vero non significa che i fatti narrati siano effettivamente accaduti: l’Odissea parla dell’uomo, di un uomo che è, però, simbolo dell’uomo, nella sua universalità. Un uomo in viaggio, un uomo che ha vissuto molti dolori, un uomo che desidera tornare a casa, dai suoi affetti. Un uomo che, nonostante questo, non abbandona  l’amore per la vita. Ulisse è tutto ciò. Ma l’Odissea non è un capolavoro solo grazie al suo protagonista: nel mondo raccontato da Omero incontriamo una passerella infinita di personaggi, alcuni semplici meteore altri veri e propri personaggi secondari o, in alcuni casi, co protagonisti. Il mio preferito è Telemaco, immagine del figlio alla ricerca del padre. In realtà la descrizione del personaggio è molto più profonda e per questo scriverò un post dedicato. Poi c’è Penelope, Laerte, i proci, Polifemo, Circe, Calipso… Ogni personaggio è una storia, ogni personaggio è parte di noi, che a distanza di millenni ancora leggiamo questo racconto meraviglioso. Ho tralasciato, forse, il personaggio più importante: il mare. Il mare è il vero protagonista. Molto spesso la sua immagine coincide con quella di Poseidone, il suo dio… ma non sempre. A volte il mare sembra vivere di vita propria, sembra agire  guidato dalla sua volontà.

Quest’estate mi dedico all’Odissea, mi dedico al “Nostos”, al ritorno: ognuno di noi ha bisogno di “ritornare” a casa, ai propri affetti, a sè stessi… l’Odissea è il navigatore ideale per questa ricerca.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...